CINGHIALE ALLA CONTADINA AL PROFUMO DI FINOCCHIO

Risciacquate più volte in acqua tiepida i bocconcini di cinghiale. Fate marinare per almeno una nottata in abbondante vino rosso toscano, al quale avrete aggiunto un trito di carota, sedano e cipolla. Scolate il tutto e tenete da parte il vino. A questo punto mettete in un ampio tegame e scaldate a fuoco lento per far uscire il liquido in eccesso e per togliere il sapore eccessivamente selvatico. Eliminate il liquido e aggiungete un filo d’olio d’oliva, una scorza d’arancio, le uvette, i pinoli, un pizzico di semi di finocchio e di rosmarino, qualche bacca di ginepro e di pepe nero e qualche fogliolina di alloro; fate rosolare a fuoco vivo. Una volta abbrustolita la carne aggiungete la marinata che avevate messo da parte e una cucchiaiata di concentrato di pomodoro. Lasciate cuocere a fuoco lento almeno un paio d’ore mescolando di tanto in tanto fin quando la carne sarà tenera e il liquido si sarà ritirato. A questo punto impiattate con verdura di stagione, qualche fetta di polenta o del riso bollito. Naturalmente la stessa ricetta è valida per lo spezzatino di cinta.
Buon appetito dal vostro Chef!!!

Written by

LorenzaMAR